“CONOSCERE IL CHIOMA”: attivita della classe 2G dell’Ist. Comp. “G. Micali”

“CONOSCERE IL CHIOMA”: attivita della classe 2G dell’Ist. Comp. “G. Micali”

La classe 2G dell’Ist. Comp.. “G.MICALI” il giorno 10 dicembre 2018 si è recata al Chioma con la Prof.ssa Erica Mola per svolgere la seguente attività

CONOSCERE IL TORRENTE CHIOMA – GLI ORGANISMI CHE VIVONO NELLE ACQUE DOLCI E SALMASTRE

Il Chioma è un corso d’acqua a regime torrentizio delle Colline livornesi. In tutto il suo percorso attraversa i comuni di Livorno e Rosignano Marittimo. Il regime tipicamente torrentizio fa sì che d’estate secchi completamente, raggiungendo però una portata elevata in estate e in inverno.
Il corso d’acqua pone le sue sorgenti sul versante sud del Monte Maggiore (454 metri), presso la località La Palazzina, raggiungibile da Livorno sulla strada provinciale della frazione di Gabbro. Per tutto il suo corso funge da confine tra i comuni di Livorno e Rosignano Marittimo, secondo gli antichi confini del Capitanato Vecchio, già stabiliti durante il Quattrocento.
Dopo un tratto scosceso (circa tre chilometri), cala la pendenza, e il corso d’acqua si immette in un’ampia valle collinare, raggiungendo il Podere del Gorgo. Lì a 90 metri s.l.m., viene raggiunto dal Botro Quarata, una ruscello proveniente dal vicino Montenero.

Il Torrente Chioma, adesso più ampio e con un letto ben scavato, prosegue il suo percorso non ricevendo però affluenti rilevanti. Dopo aver passato l’Aurelia presso la località Chioma, si immette nel Mar Ligure passando da un porticciolo detto appunto Porticciolo del Chioma. Qui sarà il punto della nostra uscita sul campo: muniti di retini e secchielli raccoglieremo gli organismi che vivono nell’acqua dolce, salmastra e salata.

Nella biologia delle acque dolci le zone salmastre delle foci delle lagune presentano un notevole interesse a causa della mescolanza di faune e flore di acque continentali e marine. Poche invece sono le specie endemiche. Nell’ittiologia spesso le acque salmastre vengono dette zona dei Mugilidi in riferimento ad una famiglia di pesci ossei frequente in questi habitat. Tra gli invertebrati tipiche sono le biocostruzioni del polichete Ficopomatus enigmaticus.


SUCCESIVAMENTE ANCHE LE CLASSI:
2BM Prof.ssa Pulzonetti Silvia
2AM Prof.ssa Atiero Maria

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *